Vai al contenuto
P.I.M.E. LogoPontificio Istituto Missioni Estere 
P.I.M.E. Giappone
Cappella Casa Regionale

Messaggio

La parola che nasce dal cuore

Ferruccio Brambillasca

Pontificio Istituto Missioni Estere in Giappone
Superiore Regionale
La società moderna è una società ricca di parole. Radio, televisione, giornali, inter-net non fanno altro che "sfornare" parole. Potremmo definire, come molti fanno, la nostra società una "società tele-matica". Dall'altro canto una società del genere non fa che generare persone che sempre di meno "parlano con il cuore", ma sempre di più persone che parlano come dei meccanismi tele-matici. Persone cioè che non inseriscono nelle loro parole quella carica d'affetto che può cambiare le nostre relazioni umane.

E'vero, le nostre parole possono creare felicità o amarezza, possono essere parole vere o false, possono essere ancora parole che nascono dal cuore o parole solamente superficiali. Le nostre parole hanno davvero un'anima, una forza dirompente. Le nostre parole hanno certamente una forte influenza su quelle persone che le ascoltano. Per questa ragione viene spesso detto che "prima di parlare bisogna pensare" e "quando si parla bisogna portare il peso della responsabilità di quello che si dice....". Soprattutto, si dice ancora, "quando si parla o si danno dei consigli non bisogna mai avere degli interessi personali nascosti.....".

Sono convinto che l'informazione tele-matica sia ormai un'esigenza e una necessità della nostra società. Però ciò che rende il nostro cuore felice non è certo l'informazione tele-matica. Quello che può veramente rendere il nostro cuore felice può essere solo la parola di Dio o la parola di una persona cara. Anche una sola parola !!

Vorrei riprendere la lettera di una cristiana giapponese che ho ricevuto qualche anno fa : "Dopo avere ricevuto il Battesimo ho iniziato a studiare seriamente la Bibbia, ma, a dir la verità, capisco ancora ben poco. Nonostante ciò, passo dopo passo, attraverso la lettura della parola di Dio, Dio mi sta veramente parlando al cuore. La parola di Dio, non va intesa intellettualmente, ma è qualcosa che deve essere intesa nel profondo del nostro cuore. Quando leggo la Bibbia, e solo la Bibbia, il cuore si riempie di gioia e pace".

Ciò che veramente riempie il nostro cuore di gioia è una parola piena di affetto. Gesù ha chiamato questo affetto : AMORE. Coloro che amano pronunciano parole piene di affetto, coloro che non amano parole fredde e "spigolose".

In questo momento, nei nostri rapporti quotidiani, con quale tipo di parole ci relazioniamo all'altro? Pensiamoci per qualche istante!!!



P.Ferruccio

Casa regionale

Pontificio Istituto Missioni Estere (P.I.M.E.)
Giappone

6-11-6 Renkoji,
Tama-shi, Tokyo
206-0021 Giappone
Telefono: +81 42 371 9844
Fax: +81 42 371 9624
Accesso